Come effettuare la manutenzione del condizionatore?

Come effettuare la manutenzione del condizionatore?

La manutenzione del condizionatore: un’operazione non importante, necessaria! Sia per migliorare l’efficienza energetica in casa che per non rischiare di respirare aria insalubre. Un’operazione che non richiede prettamente il rivolgersi a un tecnico, ma che è sempre consigliabile. Vediamo, in ogni caso, quali sono le operazioni principali da svolgere.

Per prima si deve operare una pulizia accurata dell’unità esterna, dato che – ovviamente – è costantemente sottoposta a agenti inquinanti.

Assicurarsi che l’apparecchio sia spento e provvedere a smontare la griglia di protezione. Rimuovere eventuali foglie. E successivamente, con un pennello, eliminare la polvere accumulata. Infine, lavare con uno sgrassatore e un panno bagnato.

Si passa ooi all’unità interna, liberandola da eventuali residui di polvere.

Occhio però: si tratta di operazioni che possono richiedere accuratezza ed esperienza, nonché l’uso di strumenti quali compressori e/o scale e prodotti specifici e che, quindi, vanno fatte in sicurezza e con le competenze giuste. Il consiglio, dunque, è sempre quello di rivolgersi a una ditta specializzata che offre questo tipo di servizio. Anche perché la seconda la operazione, pulire i filtri (dove è facile che si nascondino germi e batteri), è abbastanza delicata.

La pulizia dei filtri è un’operazione che deve essere eseguita di frequente, soprattutto se si fa un uso intenso del condizionatore. È possibile farla grazie all’aiuto del manuale delle istruzioni che, generalmente, spiega come eseguirla, come identificare l’alloggiamento dei filtri e sbloccarli facilmente per poi lavarli con acqua e sapone neutro. Dopo averli fatti asciugare, è utile disinfettare i filtri con uno spray apposito o con una schiuma igienizzante e riporli nel loro alloggiamento.

Da non dimenticare, infine, il controllo dei gas. Operazione, questa, che – per la sua importanza e la sua natura, altamente tecnica – deve essere eseguita necessariamente da una figura formata in materia.