Cosa succede se si salta la revisione della caldaia?

Cosa succede se si salta la revisione della caldaia?

La revisione della caldaia è un’operazione necessaria. E non solo ai fini legislativi per non incappare nelle sanzioni previste, ma anche per garantire la sicurezza nonché la piena efficienza dell’impianto.

Ma cosa accade nello specifico se, per un motivo o per l’altro, si salta la revisione della caldaia?

Beh, iniziamo col dire che sono previste alcune sanzioni anche abbastanza pesanti: si va da una multa amministrativa che può variare da 50 a 200 euro – per gli impianti domestici – e da 500 a 3000 euro – per i cosiddetti “grandi impianti” -.

L’ispezione scatta a campione dopo la verifica del mancato pagamento del bollino blu (il noto contrassegno che viene rilasciato dal tecnico abilitato che comprova l’efficienza e la sicurezza dell’impianto) o in seguito all’invio telematico sulla qualità dei fumi (l’operazione di verifica che prevede la misurazione degli stessi tramite apparecchiature specifiche).

Ma il punto più importante è ovviamente la sicurezza: sulla qualche crediamo sia totalmente inutile dilungarsi!

Vi ricordiamo, infine, di dare un’attenta lettura al nostro approfondimento Caldaia: ogni quanto va effettuata la manutenzione?: troverete i consigli del nostro tecnico su come utilizzare correttamente il proprio impianto termico.