Risparmio energetico: qualche consiglio utile

Risparmio energetico: qualche consiglio utile

È stimato che una famiglia spende, mediamente, 1000 – 2000 euro all’anno per il riscaldamento/raffreddamento, che sia sotto forma di elettricità, gas, gasolio ecc. Una spesa che incide nella misura del 30% del budget famigliare, sempre restando nella media. Ma ottenere un risparmio, in tutto questo – non ci stancheremo mai di ripeterlo! – è possibile. E il primo consiglio è sempre lo stesso: affidarsi a un professionista e valutare delle soluzioni adatte alle proprie esigenze.

Tuttavia, qualche accorgimento lo si può prendere anche in autonomia, ottenendo così una sorta di risparmio. Ecco qualche primo consiglio.

– Installate lampade compatte e/o a risparmio energetico, anche all’esterno;
Spegnete sempre la luce quando uscite da una stanza per entrare in un’altra. Sembra un consiglio banale, ma è stato appurato che molte persone non lo fanno! Secondo una recente ricerca, solo il 45% degli intervistati (su un campione di 1000 persone);
– D’inverno, mantenete la temperatura dei radiatori attorno ai 20°C quando siete a casa e sui 12°C quando andate a letto;
– Pulite o fate pulire almeno una volta all’anno i radiatori del condensatore del vostro frigorifero;
– Usate i programmi di risparmio dei vostri elettrodomestici;
– Asciugate il vostro bucato all’aria e non ricorrete sempre all’asciugatrice;
– Chiudete le persiane (e le finestre) in estate durante i giorni molto caldi e al tramonto in inverno;
– Controllate periodicamente i rubinetti e gli sciacquoni. Un rubinetto che gocciola continuamente può perdere fino a 2000 litri d’acqua all’anno;
– Fate revisionare i vostri sistemi una volta all’anno;
– Se acquistato un nuovo elettrodomestico, controllate sempre la classe energetica.

L’obiettivo di questi accorgimenti è quello, ovviamente, di rendere la casa efficiente dal punto di vista energetico. Ma si tratta pur sempre di una serie di “piccoli miglioramenti” poco costosi, che ci aiuteranno certamente a recuperare solo qualche euro, ma che non risolleveranno di certo un budget compromesso.

E ora vediamo qualche altro suggerimento un po’ più approfondito.

– Fate un calcolo delle bollette degli ultimi 12 mesi. Sommate gli importi spesi e dividete per i metri quadrati della superficie della vostra casa. La spesa media sovrebbe ammontare così a 10 – 20 euro per metro quadrato all’anno. Se la spesa dovesse risultare maggiore, ci sono buone possibilità di ridurla sensibilmente rivolgendovi ad un esperto;
Eseguite quei piccoli interventi che possono migliorare, con una spesa di pochi euro, la vostra situazione. Ad esempio: riparate eventuali vetri rotti delle finestre, riparate o fate riparare perdeite e buchi nel tetto e nello scantinato, pulite i filtri del sistema che vi fornisce aria calda, montate dietro ai radiatori dei pannelli di sughero rivestiti con un foglio d’alluminio, installate sciacquoni dotati di un tasto di risparmio;
– Valutate se è il caso di montare rubinetti con miscelatori monocomando che miscelano l’acqua fredda e calda. Otterrete così un sensibile risparmio idrico perché non richiedono continuamente una correzione della temperatura.

L’ultimo consiglio, e comunque il più utile, è senza dubbio quello di farvi fare un controllo da un’azienda specializzata.